049 8912411
logo mobile egobyte

Google e gli altri

loghi dei più famosi motori di ricerca: Google, bing, yahoo, ecc.

Quando si parla di motori di ricerca (search engine), dobbiamo tenere conto, che il 90% (dato in variazione) circa delle attuali ricerche al mondo con indici che superano gli 8 miliardi di pagine, viene fatto da google.

Gli altri motori si dividono la fetta restante con un circa 4% per Yahoo! un 3% circa per Bing, ed il restante diviso tra gli altri.

È chiaro quindi, che le strategie di posizionamento di un sito web, si concentrano principalmente su google. Il nostro sviluppo comunque, non penalizza anche gli altri motori, ed anzi, ne studiamo sempre le evoluzioni perchè siamo convinti che un sito ottimizzato deve esserlo per la gran parte delle realtà presenti in rete. Inoltre i motori di ricerca devono essere studiati anche in base alla lingua con la quale si effettuano le ricerche. I maggiori sistemi di ricerca nel mondo, appartengono a società private che ne gestiscono l’analisi, l’indicizzazione ed i risultati di ricerca rispetto alla richiesta dell’utente.

To Google!

Oltre ad essere il sito più visitato al mondo, è sicuramente anche il più importante strumento di marketing on-line dell’ era moderna. Google grazie alla sua semplicità, alla velocità di ricerca ed ai continui investimenti nell’innovazione anche extra web, è diventato un vero e prorio strumento di ricerca di nuovi clienti. Al giorno d’oggi, prima di decidere di fare un acquisto, la prima cosa che facciamo è una ricerca in rete per vedere i vari modelli, confrontarne i prezzi per avere l’offerta migliore e tutto ciò è possibile usando un motore di ricerca veloce in grado di trovare veramente ciò che stiamo cercando eliminando tutte le cose che non servono o che non rispettano i giusti parametri di ricerca.

Google infatti con i nuovi algoritmi ha migliorato di molto la qualità di ricerca penalizzando tutti i siti web che riempiono le pagine di link al solo scopo di attrarre visite senza però fornire i giusti argomenti cercati dall’utente, oppure quei siti che duplicano i contenuti senza alcuna originalità rispetto al testo riprodotto. Ma questo è solo un piccolo aspetto dello scopo dell’algoritmo, pensate che riesce persino a valutare l’aspetto grafico e la navigabilità delle varie sezioni presenti sul sito. È quindi importantissimo che il sito sia realizzato tenedo conto di vari parametri per essere inidicizzato e sucessivamente posizionato nei risultati di ricerca di Google.

I parametri che il motore usa per posizionare nella SERP (search engine results page - risultato di ricerca) un sito web, sono davvero tanti e non è facile elencarli spiegandone ogni singola funzionalità, ma è possibile dividerli in tre categorie principali. Analizzando a fondo questi parametri con varie strategie a seconda del cliente, è possibile essere presenti in prima pagina.

Gli altri...

tastiera di un pc con scritto search.

Per contrastare il successo planetario di Google, Yahoo! e Bing (microsoft) altri due colossi del mercato della ricerca on-line, hanno deciso di creare una specie di "joint venture" dove le società collaboreranno dividendosi i compiti.

Da un lato Bing fornirà i risultati di ricerca e Yahoo! la personalizzazione con l’aggiunta di informazioni relative ai risultati ottenuti.

Questi due motori di ricerca sono i due veri antagonisti al più usato Google, si prendono insieme quasi un 10% della ricerca on-line fornendo servizi rivolti a società e consumatori divisi in più di 25 paesi in tutto il mondo.

Nel panorama italiano non ci sono dei veri e propri motori di ricerca, di fatto i più noti e gli ultimi nati come l’ attesissimo Volunia (creato da Massimo Marchiori di Padova ) usano comunque i risultati di ricerca dei più importanti, è quindi fondamentale, concentrare lo sviluppo di strategie per il posizionamento sui più conosciuti, perchè al momento sono anche i più usati dai visitatori.

Top