049 8912411
logo mobile egobyte

Quanto è importante il posizionamento?

Una grandissima percentuale di chi naviga in rete usa almeno un motore di ricerca per cercare prodotti e servizi. Chi usa la rete è alla costante ricerca di informazioni precise magari su un prodotto, forse sulla qualità di un servizio e probabilmente stà cercando proprio quello che la vostra azienda produce.
Ma voi siete visibili on-line?
Siete presenti nella prima pagina di Google?
Se non lo siete, avete sicuramente perso un’occasione importante di vendere i vostri prodotti! Per questo, realizzare un posizionamento per essere presenti nella prima pagina di un motore di ricerca è fondamentale.

Capite bene quindi, che la giusta visibilità in rete, vi permetterà di raggiungere dei possibili clienti, realmente interessati a ciò che la vostra azienda offre.
Posizionandovi in prima pagina sui motori di ricerca, sarete visibili per la chiave di ricerca cercata, ed avrete delle ottime possibilità di avere un contatto realmente interessato.
Ma il navigatore medio, che criteri usa per cercare i prodotti on-line?
L’"arma" che possiede l’utente è la ricerca dei contenuti per parole chiave precise, e lo studio di questo tipo di abitudine dei navigatori è molto importante per realizzare un ottimo posizionamento.

Quante parole usa un utente medio per la ricerca?

grafico a torta che fà vedere la differenza d’uso tra chiavi singole e composte
Analisi realizzata su un campione di 50.000 utenti, su 5.748.766 chiavi di ricerca.
  • 40,58% Ricerca fatta con una sola parola chiave.
  • 30,63% Ricerca fatta con tre parole chiave.
  • 24,71% Ricerca fatta con due parole chiave.
  • 4,08% Ricerca fatta con più di tre parole chiave.

Questo è un dato da non sottovalutare per il posizionamento di un sito. Da vari studi condotti negli anni ci si rende conto che la somma dei visitatori che cercano contenuti con più di una parole chiave è molto maggiore rispetto a quelli che cercano lo stesso risultato con una parola singola.

Il che ci fà dedurre che è basilare concentrare i nostri sforzi, sull’ individuazione di parole chiave composte per effettuare un posizionamento serio che porti a dei risultati certi.

Ma come funziona il posizionamento sui motori di ricerca?

Non è facile spiegarlo in maniera approfondita vista la complessità di strategie adottate che sono spesso personalizzate e cambiano da cliente a cliente, possiamo però definirlo come l’insieme delle tecniche utilizzate per rendere un sito visibile nei motori di ricerca e riassumerla in alcuni punti fondamentali.

  • Analisi dell’azienda: è il primo passo da fare ma è anche il più importante, è proprio da un accurata analisi sull’ azienda che nasce un buon posizionamento. Bisogna capire ed analizzare il settore merceologico d’appartenenza, studiare le aziende concorrenti e verificare la loro posizione nei risultati di ricerca (SERP).
  • Scelta delle chiavi di ricerca competitive: verrà fatta una lista completa delle parole chiave che normalmente si cercano per i tipi di prodotti o servizi forniti per quel tipo di azienda, scegliendone alcune sulle quali costruire la campagna di promozione.
  • Ottimizzazione del sito: che viene fatta sulla struttura in base alle parole scelte nell’ analisi, sui testi i quali dovranno essere scritti in maniera originale da esperti copy in grado di esaltare al massimo le qualità dei prodotti o servizi offerti, ma anche sulle funzioni di navigabilità del sito, perchè spesso il successo o meno di una campaga di posizionamento tiene conto anche di questo fattore.
  • Link di qualità NATURALI che portano al vostro sito: la popolarità del vostro sito è importante per il posizionamento, per ottenerla, bisogna dare informazioni fresche e d’effetto che spingano altre realtà quali portali settoriali, blog, ecc. ad inserire un link verso il vostro sito. Questo sistema naturale vi porterà ad un sicuro successo, ed i risultati non tarderanno a farsi vedere.
  • Monitoraggio dei risultati: dopo una campagna di posizionamento è di vitale importanza capire l’andamento dell’ azione svolta ed intervenire là dove i risultati siano più lenti nel farsi vedere. Il monitoraggio serve anche al cliente per rendersi conto in maniera trasparente di come stà funzionando il suo investimento grazie a dei report forniti periodicamente.
Top